top of page
  • Immagine del redattoreMarco Perilli

Il Garante Privacy ferma Replika

Negli ultimi tempi l'intelligenza artificiale è stata al centro di diverse controversie in Italia. Il Garante della privacy italiano ha deciso di mettere un freno a una delle più recenti novità nel campo dell’IA, il chatbot “Replika”. Questa applicazione, dotata di una interfaccia scritta e vocale, usa l'intelligenza artificiale per creare un “amico virtuale”.


Tuttavia, il Garante ha ritenuto che ci fossero troppi rischi per minori e persone emotivamente fragili, e ha imposto una limitazione provvisoria alla società statunitense che sviluppa e gestisce l'app. Questo perché Replika è in grado di interagire con l'umore della persona, aumentando così i rischi per i soggetti ancora in una fase di sviluppo o in stato di fragilità emotiva.


Inoltre, l'applicazione non prevede alcun meccanismo di verifica dell'età, e alcune recensioni pubblicate nei principali store contengono commenti di utenti che lamentano contenuti sessualmente inopportuni. Il Garante della privacy ha quindi concluso che Replika violi il Regolamento europeo sulla privacy, e che tratti i dati personali in modo illecito. La società sviluppatrice statunitense dovrà ora interrompere il trattamento dei dati degli utenti italiani, e comunicare entro 20 giorni le misure intraprese per adempiere alla normativa.

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Webinar di introduzione al GDPR - 2 Febbraio ore 10-12

Giovedì 2 febbraio terrò una sessione online gratuita di introduzione al regolamento Europeo sulla protezione dei dati personali (GDPR). Avrà inizio alle ore 10 ed avrà durata di due ore. Gli interess

Kommentare


bottom of page